Unità di Crisi e Coordinamento Regionale per le Marche

Con circolare n. 24/2012 il Segretariato Generale ha reso noto il decreto del MiBACT per il ‘monitoraggio e il coordinamento delle fasi emergenziali’.
Con questo Decreto il Segretariato Generale ha istituito una struttura organizzativa da attivare in occasione di emergenze derivanti da calamità naturali per il coordinamento ed il monitoraggio delle diverse fasi d’intervento connesse alla salvaguardia del patrimonio culturale.

Al fine di permettere l'effettiva attività di coordinamento territoriale, tutti gli istituti del MiBACT, anche quelli centrali, nazionali e dotati di autonomia speciale, aventi sede nell'ambito territoriale interessato dall'evento emergenziale, dovranno riferirsi esclusivamente al Segretariato Regionale territorialmente competente sia per le comunicazioni relative al danno subito che per i successivi interventi (rilievo e messa in sicurezza).
Il Segretariato Regionale costituisce infatti l'unica struttura del MiBAC che, in stretto collegamento con l'unità di coordinamento nazionale, opera in sinergia con le strutture territoriali deputate agli interventi in emergenza (Prefetture, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Enti locali).

Le unita' di coordinamento regionale UCCR-MiBAC hanno il compito di:

- coordinare le attivita' sul territorio del personale del Ministero;
- garantire il necessario raccordo con le strutture deputate agli interventi in emergenza attraverso i centri di coordinamento di protezione civile territoriali, qualora istituiti, ovvero, per eventi di limitata estensione o intensita', il collegamento direttamente con le strutture territoriali interessate (Prefetture, VVF, Forze dell'ordine, etc.);
- individuare e gestire le squadre di rilievo dei danni al patrimonio culturale;
- individuare i luoghi di ricovero del patrimonio culturale mobile che richiede uno spostamento per la sua messa in sicurezza;
- garantire le funzioni di vigilanza e supporto durante tutte le fasi, ivi comprese quelle di rilievo, messa in sicurezza e ricostruzione del patrimonio culturale danneggiato.

Il Segretariato regionale riveste dunque un ruolo molto importante nella gestione della crisi, come indicato nella Direttiva Mibac del 23 aprile 2015:

1. al fine di permettere l'effettiva attivita' di coordinamento nazionale, le direzioni generali, gli istituti centrali, nazionali e dotati di autonomia speciale, dovranno concordare con il segretario generale tutte le iniziative che intendono attivare nelle zone interessate dall'evento emergenziale;
2. al fine di permettere l'effettiva attivita' di coordinamento territoriale, tutti gli istituti del Ministero, anche quelli centrali, nazionali e dotati di autonomia speciale, aventi sede nell'ambito territoriale interessato dall'evento emergenziale, dovranno riferirsi esclusivamente al segretariato regionale, territorialmente competente, sia per le comunicazioni relative al danno subito dal patrimonio culturale che per i successivi interventi (rilievo e messa in sicurezza). Il segretariato regionale costituisce infatti la struttura del Ministero che, in stretto collegamento con l'UCCN, opera in raccordo con le strutture deputate agli interventi in emergenza attraverso i centri di coordinamento di protezione civile, qualora istituiti.

struttura UCCR1